L’Italia, com’è noto, è particolarmente soggetta al rischio sismico. Terremoti e fenomeni tellurici sono da sempre comuni nel nostro paese e hanno colpito diverse regioni, dal Nord a Sud. Emilia Romagna, l’Aquila e tutto il centro Italia sono solo alcuni tra i terremoti più recenti che, purtroppo, hanno lasciato sul campo strutture crollate, interi paesi spazzati via e un drammatico conto in termini di vite umane. Per questo motivo, l’esigenza di realizzare edifici resistenti ai fenomeni sismici – o di adeguare quelli esistenti migliorandone la resistenza – si sta diffondendo sempre di più, sostenuta anche dal quadro normativo e dagli sgravi fiscali, in modo da poter prevenire i danni causati dal terremoto. Si parla cioè di adeguamento sismico.

L’adeguamento sismico delle strutture consiste nella modificazione delle costruzioni esistenti per renderle più resistenti all’azione sismica, ossia al movimento del terreno dovuto a un terremoto. Grazie ad una migliore comprensione degli effetti dei sismi sulle strutture e alle recenti esperienze con potenti terremoti vicino ai centri urbani, è riconosciuta la necessità di un adeguamento anti-sismico di molte strutture esistenti.

Molte strutture sono state progettate senza adeguate rifiniture e rinforzi per la protezione anti-sismica. Per tale incombente problema, vari lavori di ricerca sono stati portati avanti negli ultimi anni per la riabilitazione degli edifici colpiti dal sisma, ma ancora “salvabili”.

Adeguamento sismico, istituto scolastico

Adeguamento sismico: progettazione e realizzazione

Tra le strutture che possono essere soggette ad adeguamento sismico, a garanzia della loro funzionalità strutturale, troviamo edifici civili, residenziali, industriali, scuole, ospedali, edifici di pubblica utilità. L’adeguamento garantisce un incremento della resistenza alle azioni causate da sisma e conseguente eliminazione dei meccanismi di collasso, anche attraverso sistemi di smorzamento isteretico.

Progettazione e realizzazione vengono definite in maniera specifica per ogni commessa secondo le norme vigenti nel settore dei terremoti, in conformità agli standard della UNI EN ISO 1090, con dichiarazione di prestazione e marcatura CE del prodotto finito. È inoltre presente la possibilità di detrazioni fiscali fino all’ 80% per abitazioni civili, elementi prefabbricati, impianti e macchinari (Sismabonus).

Tutte queste attività di adeguamento sismico permettono alle strutture già esistenti di migliorare la propria resistenza ad eventi dalla potenza devastante come i terremoti, garantendo un aumento della sicurezza non solo in ambito privato ma anche soprattutto sul posto di lavoro, a tutela non solo del personale ma anche degli edifici, degli asset e della produzione aziendale.

Adeguamento sismico, istituto scolastico


Montaggio in opera


Carpenterie metalliche: richiedi un preventivo gratuito

Compila il form con i tuoi dati e verrai richiamato: