La finalità delle pareti di protezione è di impedire in caso di rottura degli elementi collaudati la fuoriuscita di componenti delle valvole all’esterno. Per il raggiungimento di una totale sicurezza durante le prove, il box può essere dotato di coperture.

Questo tipo di strutture sono dei veri e propri bunker che permettono persino il collaudo degli esplosivi, permettendone il controllo della deflagrazione in un ambiente protetto grazie al rinforzo delle strutture esistenti o alla costruzione di edifici completamente nuovo.

Pareti di protezione per collaudo valvole in pressione

Pareti di protezione: composizione

Le segregazioni hanno geometria variabile con dimensioni medie di larghezza variabile da 5 a 10 metri, lunghezza da 5 a 20 metri, altezza da 2.5 a 3.5 metri con possibilità di pareti interne divisorie costituite da colonne verticali in profilati composti, fissati al pavimento esistente con tasselli chimici serie pesante, pannelli perimetrali di parete modulari formati da lamiere in acciaio di spessore variabile con diaframmi interni saldati ottenendo elementi monolitici di elevato spessore e facile montaggio.

Completano la fornitura per la costruzione dei bunker portoni d’accesso scorrevoli a due ante con chiusure elettriche e dispositivi di sicurezza con segnalatori acustici per impedire l’accesso del personale durante i test in pressione. Viene inoltre fornita una relazione di calcolo per resistenza all’impatto.

Pareti di protezione per collaudo valvole in pressione


Montaggio in opera


Carpenterie metalliche: richiedi un preventivo gratuito

Compila il form con i tuoi dati e verrai richiamato: