Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Rinforzi strutturali eseguiti principalmente su strutture industriali per ampliamento di aree di lavoro di grandi dimensioni (posizionamento nuovi impianti) con eliminazione di pilastri intermedi sia su fabbricati in calcestruzzo armato che in struttura metallica con posizionamento di nuove travi in carpenteria.

Rinforzi eseguiti su vie di corsa esistenti per incremento della portata di gru a ponte da 5 a 200 tonnellate. Le opere di rinforzo vengono precedute da studio preliminare di fattibilità tenendo in considerazione la natura del fabbricato e del terreno.

Rinforzi strutturali

Quando serve un rinforzo strutturale?

Nel corso della vita utile dell’edificio può accadere che la capacità portante della struttura non sia più adeguata allo svolgimento delle funzioni statiche e dinamiche previste dal progetto o causate da variazioni di destinazione d’uso. I motivi posso essere:

  • il degrado dei materiali che la costituiscono, che può provocare sia la diminuzione della sezione resistente sia il peggioramento delle caratteristiche meccaniche della struttura
  • la variazione della destinazione d’uso di un edificio, che può determinare un sovraccarico imprevisto negli elementi portanti
  • eventi imprevedibili come cedimenti delle fondazioni, forti impatti, incendi e terremoti, che possono causare danni localizzati o estesi all’intera costruzione.